STATI CHE RICONOSCONO LA VALIDITA' DELLA CARTA D'IDENTITA' AI FINI DELL'INGRESSO NEI RISPETTIVI TERRITORI:

Il Ministero dell'Interno ha reso noto attraverso la circolare n.20 del 21/08/2009 che l'autorità straniera Egiziana ha formalmente notificato di non riconoscere il documento cartaceo di proroga della validità della carta d’identità elettronica.

Viene segnalato, inoltre, che situazioni di disagio si sono verificate anche in: Turchia, Tunisia, Croazia, Romania, Svizzera, Macedonia, Bulgaria.
Il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri, inoltre fa presente che in Bulgaria, Egitto, Guadalupa, Macedonia, Martinica, Romania, Svizzera, Tunisia, Turchia, Croazia e Bosnia Erzegovina si sono verificati:

  • respingimenti con la carta d'identità elettronica accompagnata dal certificato di proroga;
  • difficoltà nel riconoscimento della carta d'identità cartacea con timbro apposto sul retro del documento.
    Per questo, ai sensi della circolare n. 23 del 28/07/2010, è possibile sostituire la carta d'identità (prorogata con il timbro apposto sul documento cartaceo) con una di nuova emissione, previo pagamento dei corrispettivi e ritiro dei precedenti documenti di identità in possesso dell'interessato.

 

Si precisa che generalmente la carta d’identità e il lasciapassare consentono di viaggiare nei Paesi dell’Unione Europea e il passaporto anche nei Paesi non UE, ma prima di partire si consiglia sempre di verificare sul sito www.viaggiaresicuri.it , gestito dal Ministero degli Affari esteri in collaborazione con l’ACI, quali documenti sono richiesti dal Paese in cui ci vogliamo recare, anche se fa parte dell’Unione europea.
In particolare la normativa sui viaggi all’estero dei minori varia in funzione delle disposizioni nazionali. Si consiglia di assumere informazioni aggiornate presso le Ambasciate o i Consolati accreditati in Italia oppure sul sito della Polizia di stato.