Ricorsi

 

Ricorsi in materia di Codice della Strada e altre sanzioni amministrative

 

 

Ricorso al Giudice di Pace contro un verbale per infrazione al Codice della Strada
Chi commette un’infrazione al Codice della Strada, qualora non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta nei casi in cui è consentito, può proporre ricorso al giudice di pace competente per il territorio del luogo in cui è stata commessa la violazione, nel termine di trenta giorni dalla data di contestazione o di notificazione del verbale.

Ricorso al Prefetto contro un verbale per infrazione al Codice della Strada
Chi commette un’infrazione al Codice della Strada, nel termine di giorni sessanta dalla contestazione o dalla notificazione del verbale, qualora non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta nei casi in cui è consentito, può proporre ricorso al Prefetto del luogo della commessa violazione, da presentarsi all'ufficio o comando cui appartiene l'organo accertatore ovvero da inviarsi agli stessi con raccomandata con ricevuta di ritorno. Con il ricorso possono essere presentati i documenti ritenuti idonei e può essere richiesta l'audizione personale.  Il ricorso può essere presentato direttamente al Prefetto mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

Ricorso al Comune contro verbali per violazioni a regolamenti comunali
Chi commette un’infrazione a regolamenti comunali ha 60 giorni di tempo per effettuare il pagamento del verbale in misura ridotta. Entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione della violazione il trasgressore può presentare scritti difensivi al Sindaco del Comune competente, nonché chiedere di essere sentito.

Ricorso ad altra Autorità contro verbali per violazioni amministrative diverse dalle precedenti
Chi commette una violazione di norme diverse da quelle previste dai casi precedenti e da cui consegue l’applicazione di una sanzione amministrativa ha 60 giorni di tempo per effettuare il pagamento del verbale in misura ridotta. Entro 30 giorni (60 giorni in materia di commercio) dalla contestazione o notificazione della violazione il trasgressore può presentare scritti difensivi all’Autorità  di volta in volta indicata nel verbale.